Proteine e sport: serve supplemento?

Le linee guida per la nutrizione sportiva raccomandano ad un atleta di assumere al giorno almeno 1,2 g di proteine per Kg di peso corporeo, fino a 2 g per i più attivi. Viene raccomandato in virtù del maggiore catabolismo muscolare e turnover proteico cui va incontro lo sportivo.

Al non-atleta invece viene consigliato un introito giornaliero di circa 0,8 g/kg: un uomo di 70 kg dovrebbe consumare meno di 70 g di proteine al giorno.
Uno studio pubblicato da ricercatori dell’Università di Bologna su Nutrients ha voluto analizzare se la dieta Mediterranea è in grado di soddisfare le richieste di proteine negli atleti per garantire una performance atletica ottimale. I ricercatori hanno valutato l’introito di proteine di un gruppo di praticanti triathlon in Italia, dal 2017 al 2019, verificando garantivano le maggiori richieste di questo macronutriente.
Dall’analisi tramite diario alimentare emergeva che l’assunzione di proteine era adeguata rispetto alle raccomandazioni dell’American College of Sports Medicine (ACSM) e dell’Academy of Nutrition and Dietetics (AND).
C’era però un risultato inaspettato.
Osservando il gruppo di atleti che integrava proteine in polvere, si è visto che la loro assunzione proteica senza integratore (solo con la dieta) era già superiore rispetto al gruppo che non faceva uso del supplemento.
Nonostante i livelli ottimali di proteine con la dieta, sceglievano l’integratore, senza una reale necessità.
Il risultato concorda con una recente revisione sistematica (Jenner SL et al.) su professionisti e semi, la cui assunzione proteica è spesso al di sopra dei limiti raccomandati.
L’errore più comune è quello di sacrificare i grassi alimentari in favore delle proteine, portando a un carico di lavoro eccessivo per fegato e reni.
Lo studio sui triathleti ci fa sapere che la dieta Mediterranea è un regime in grado di soddisfare le richieste di proteine anche negli atleti, e che l’integrazione andrebbe valutata solo se realmente necessaria.
I ricercatori sottolineano che oltre alla preparazione atletica, dovrebbe essere integrata anche la preparazione nutrizionale nella vita sportiva di un atleta che si prefigge determinati obiettivi.
Dott. Samuele Valentini
Shopping Cart